logo trabucco Articoli e prodotti per la pesca sportiva e agonistica
English version bottone inglese
  Iscriviti alla Newsletter
Accettazione privacy

Se non vuoi più ricevere aggiornamenti clicca qui.
   Catalogo Trabucco
   Cerca nel sito
 
   Be Social

 
pubblicato il 22/10/12

Medelana Ferrara 21 ottobre 2012

Che spettacolo ragazzi! Adrenalina allo stato puro, tensione palpabile, aria che si taglia con un coltello e poi l’esplosione di gioia finale.

Questa finale che appariva scontata è stata un vero turbinio di emozioni, fino all’ultimo pesce si è lottato con tutte le forze e alla fine la Ravanelli Trabucco è riuscita ad avere ragione di un’indomabile Oltrarno Colmic che ha davvero mostrato i muscoli facendo bene in entrambe le prove ed ha fatto vedere di essere un avversario temibile.

Ma il valore degli avversari non fa altro che rendere ancora più dolce questa vittoria del Team di Soresina, che ha saputo lottare, farsi valere ed attaccare quando ne aveva le possibilità e difendere quando necessario.

La cronaca della gara è tanto semplice quanto avvincente.

Oltrarno e Ravanelli si giocavano la prima piazza del podio mentre altri 4 o 5 team si contendevano la medaglia di bronzo.

Con la vittoria della prova di sabato ed il mezzo passo falso della Ravanelli (ammesso e non concesso che sia un passo falso) l’Oltrarno era in piena media sorpasso ed aveva già messo la freccia.

Le sfide erano Bruni/Falsini nel primo settore, Frigeri/Defendi nel secondo, Reverberi/Fedeli nel terzo e Fini/Sorti nell’ultimo settore.

Il canale ha risposto davvero in modo egregio alla pressione e numerosi agonisti hanno sfiorato o addirittura superato le 100 catture durente le 4 ore di gara. Con questi ritmi non era semplicissimo tenere i conti ma ad un ora dalla fine “radio gara” dava ormai per eseguito il sorpasso.

Frigeri/Defendi e Sorti/Fini se la stavano giocando pesce su pesce, risultato che alla Ravanelli poteva anche andar bene visto che aveva un buon margine di vantaggio ma Bruni non riusciva ad ingranare con Falsini che sembrava leggermente avanti e Fedeli appariva parecchio attardato rispetto a Reverberi che, anche grazie ad una bella carpa di circa 5Kg, sembrava avere gioco facile sul resto del settore.

Finita? Assolutamente no, perchè Bruni ha disputato un’ultima ora strepitosa inanellando un pesce dopo l’altro e vincendo lo scontro diretto nel suo settore e Fedeli ha fatto lo stesso recuperando una posizione dopo l’altra ed arrivando alla fine a segnare un ottimo 4,5 che permette al team cremonese di laurearsi CAMPIONE D’ITALIA.

Molto rammarico tra i componenti del Team Oltrarno che hanno davvero sfiorato un’impresa storica.

Questa volta non è andata ma hanno davvero dimostrato di essere un avversario valoroso.

Lenza Emiliana Tubertini e Longobardi Milo sembravano essere i due team più accreditati per la medaglia di bronzo ma, come spesso accade, tra i due litiganti il terzo gode.

Si infila così nel mezzo la Pasquino Colmic che vincendo la prova odierna entra nell’Olimpo della pesca e fa sapere a tutti che, nel caso non l’avessero ancora capito, devono fare i conti anche con loro.

E’ d’obbligo comunque ringraziare tutte le 10 squadre partecipanti che hanno lottato fino alla fine come leoni regalando grandissime emozioni al pubblico presente sul campo gara, numeroso come non si vedeva da tempo (addirittura i tifosi della Ravanelli avevano organizzato un pullman per seguire i loro beniamini, chissà che festa nella via del ritorno).

Cala così il sipario su questo campionato italiano per società, bello ed avvincente fino all’ultimo secondo.

Arrivederci al 2013 quando la Ravanelli non solo si presenterà come campione in carica a difendere il titolo, ma dovrà anche tenere alto il tricolore nell’importante impegno del mondiale per club.

Da Medelana per Match Fishing

Luca Caslini

Follow Us Trabucco Facebook Trabucco Youtube Trabucco Twitter

Precedente | Successivo

Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)
*La tua email non sarà pubblicata
Iscrivimi alla newsletter.
Autorizzo il trattamento dei miei dati secondo l'informativa privacy.
Codice di
controllo